Felix Mendelssohn – The Piano Trios

Indagare l’eleganza che si leva dalle partiture del Piano Trio n.1 in re minore Op.49 e del Piano Trio n.2 in do minore Op.66 di Felix Mendelssohn-Bartholdy (1809-1847). Ecco l’obiettivo del disco pubblicato per Da Vinci Classics del Trio Gustav. L’album, uscito a 210 anni dalla nascita del compositore tedesco, esplora l’architettura e l’intima bellezza delle pagine di due autentici capolavori nel repertorio della musica da camera, scrigno dorato che consente ai musicisti di intrecciare un dialogo intenso e pulsante dove il rigore della ricerca si combina all’emozione profonda di uno scavo interiore. Al Piano Trio n. 1 in re minore Op.49, composto da Mendelssohn trentenne e notevolmente apprezzato da Schumann che considerava il musicista di Amburgo “il Mozart del diciannovesimo secolo”, segue il Piano Trio n.2 in do minore Op.66, scritto a pochi anni di distanza e dedicato al violinista Louis Spohr.

Una preziosa occasione per riscoprire le infinite emozioni di una poetica musicale che lascia tracce di indelebili e colti incanti sonori, riflesso di momenti di alta creatività cameristica.